sabato 11 ottobre 2014

A perfect day

Sono ritornata "mobile". Oddio mi muovevo di più prima, ma tant'è.
Devo riprendere il ritmo "casalingo" e chi mi conosce sa che mi sta tanto stretto.

Oh, ma mi sono già fatta un programma, eh? Ah sì sì.
In dieci giorni che sono a casa ho già pianificato le mie giornate parecchie volte....per poi rendermi conto di aver miseramente disatteso le mie buone intenzioni.
- Beh, ma c'è tempo - mi ripeto e sono diventata bravissima a non vedere la pila di cose da stirare e rispetto all'anno scorso mi sono fatta furba....quella in eccesso...via dentro l'armadio. Occhio non vede, cuore non duole (beh non era proprio questo il senso del proverbio, ma va bene lo stesso)

La cosa che più mi manda in confusione è l'enorme tempo a disposizione....non hai più la scusa bell'e pronta...- eh non ho tempo -
Certe giornate scivolano via senza neanche rendertene conto, via così...volate.

Prima tutto aveva un ritmo calcolato: il tragitto andata e ritorno in treno era prezioso per leggere i miei blog preferiti e per fare una rapida carrellata degli annunci di lavoro. 

Adesso, invece, il tempo è diluito e mi rendo conto di non saperlo utilizzare al meglio. 
Che poi, io, testimonial del Senso di Colpa, finisco per non fare ciò che mi farebbe sentire più soddisfatta di me e di conseguenza non mi concedo serenamente il tempo per fare quello che mi piace di più perché...mi sento in colpa. (Lo so, ho una mente contorta, ma non è mica una novità!)

Ma passerà anche questo momento di adattamento.

E concludo con una canzone: Perfect day di Lou Reed. 

Non soffermatevi sul fatto che sia malinconica. Sì lo è. E a volte lo sono anch'io. Ma altre volte sono allegra come una ragazzina. Mi torna in mente Meg Ryan in French Kiss che con semplicità disarmante dice: - io non so fingere. Sono felice, sorrido, sono triste, mi acciglio - le emozioni hanno tutte un loro perché e non c'è da averne paura.

Ve la regalo per dire a mio modo che non esiste il giorno perfetto. Ma sta a noi cercare di rendere piacevole ogni singolo giorno. Solo provarci è tendere alla perfezione...ma senza mai arrivarci che la perfezione è noiosissima! ;-)

"You're going to reap just what you sow"





10 commenti:

  1. hai ragione, anche io lascio trasparire le mie emozioni del giorno, come dici tu se sono triste si vede se sono allegra anche, anche io ho adottato la tecnica dello stirare solo il neccessario il resto lo tiro un po' lo piego e lo metto nel armadio
    sto mettendo in pratica una cosa nuova, al mattino porto Miki a scuola e poi mi fermo a prendere il capuccino con alcune mamme e non guardo l'orologio , ma anche io mente bacata mi sento in colpe a volte di "sprecare" quella mezzoretta a parlottare
    serena settimana un bacio Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi sensi di colpa eh? Quando riusciremo a liberarcene? Mah
      Buona settimana anche a te

      Elimina
  2. Non cerco il giorno perfetto...partirei sconfitta! Cerco più che altro il momento perfetto, quello in cui cuore, mente e tutto ciò che abbiamo intorno, sono sulla stessa frequenza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già il giorno perfetto non esiste. Sta a noi apprezzare tanti piccoli grandi momenti felici.
      Buona domenica

      Elimina
  3. In bocca al lupo per questa nuova mobilità; ti auguro di non restare immobile e di trovare una buona organizzazione per questi giorni. Io…ehmmm…devo ancora trovarla, eheh!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh no, immobile no, ma è la direzione che prendo che non è quella prevista ;-)

      Elimina
  4. Troverai un nuovo equilibrio, ma nel frattempo vivi come vuoi senza sensi di colpa, anche senza stirare... chissenefrega alla fine ;-)
    Credo che ogni momento della vita, nel tutto abbia un suo perché, e che troverai un lavoro e lo troverai giusto nel momento giusto :-)
    Buone giornate fatte di tutto e di niente! Goditele :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Sono serena però devo trovare il modo di organizzare le giornate al meglio. Altrimenti non me le godo, non c'è niente da fare.

      Elimina
  5. Leggendo il tuo post sul fatto che ora hai molto tempo e che non riesci ad impegnarlo come vorresti ( cosa che a volte capita anche a me ) mi è venuto in mente che succede sempre così; quando abbiamo troppa scelta si finisce con il non saper scegliere ... e non avendo riferimenti temporali si finisce con l'osservare le giornate che "volano via"!
    Ma è solo una questione di abitudini; dopo l'assestamento iniziale troverai un equilibrio!
    un abbraccio e l'augurio di un buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, vedi? Mi hanno chiamato in un altro Comune. Adesso ho tutte le mattine occupate e posso tornare a dire....non ho fatto in tempo ;-)
      Buon fine settimana a te.

      Elimina