mercoledì 19 novembre 2014

Circo Massimo

Recentemente ho riflettuto su quanto la rabbia stia prevalendo sulla mia naturale ironia da un po' di tempo a questa parte.
Dov'è finita l'Alice che sapeva prendere tutti allegramente in giro ma era anche la prima a ridere di se stessa?
O ha cominciato a prendersi decisamente troppo sul serio (vade retro! xx) o bisogna cominciare a lavorarci su, non c'è che dire.

La mia Musa ispiratrice è Ognigiornotuttigiorni, maestra impareggiabile di ironia e capace come pochi di portarti nel suo mondo con poche pennellate efficaci.

E così ho deciso di provarci: invece di scrivere il solito post incazzato, voglio provare a scherzarci su.

Scena I

Interno uffici comunali (Circo Massimo)
Personaggi: Dipendente Pubblico - Lavoratrice Socialmente Utile - Responsabile - Giornalista - Sindaco

LSU è in attesa da almeno mezz'ora che DP, seduta di fronte, le spieghi cosa deve fare; nel frattempo LSU ha fatto le fotocopie di alcune vecchie delibere che pensa (pensa????) di dover controllare. Arriva anche la Responsabile e si ferma accanto a LSU]

Driiin
DP: Buongiorno, Comune Circo Massimo
Giornalista: Buongiorno sono una giornalista di Teledoiolenotizie. Tra venti minuti arriviamo e vorremmo intervistare il Sindaco.
DP: Mi dispiace ma al momento non è in sede. Attenda un attimo che provo a rintracciarlo

[Non mette in pausa, ma lo chiama con il cellulare e gli riferisce la richiesta, coprendo la cornetta del telefono fisso con la mano. Il cellulare è in vivavoce]

S: Ma cosa vogliono questi? E poi arrivano così all'improvviso, senza chiedere? Che vadano a intervistare il Sindaco del Comune XY che ne ha di cose da raccontare....

[Durante la telefonata, la Responsabile tace, LSU si guarda attorno incredula, fissando alternativamente la cornetta e le altre due]

DP [parlando al fisso]: Mi dispiace signora, ma il Sindaco è fuori sede e non può essere in Municipio per l'intervista. Dovrebbe però essere presente il Consigliere TaldeiTali...

G: #@]*$$  [LSU non sente la risposta, ma da come DP sbianca, perché FINALMENTE si è resa conto dell'enorme cazzata da pivella che ha fatto, si capisce che la Giornalista non ammette rifiuti. DP prende tempo e propone di richiamarla]

A quel punto DP, sconsolata, richiama il Sindaco convincendolo a dare l'intervista. LSU non ha capito se, in privato, la gaffe sia stata confessata oppure no, ma tant'è , l'intervista si fa.

Scena II

A telefoni riagganciati.
R: Ma non avevi messo in pausa? Bisogna sempre prendere tempo e richiamare. Ma e il cellulare.... era in viva voce? Eh sì, lo sentivo io da qua....

LSU  non ha ancora capito le dinamiche relazionali tra le persone e non sa se la R. sia stata zitta di proposito o al momento non si fosse resa conto.

Ma un po' di sana malizia la fa propendere per la prima ipotesi...

Scena III

La DP perde ripetutamente la concentrazione, abbandona la testa tra le mani e alla fine rispedisce LSU nel suo ufficio. Dopo un'ora, LSU non ha ancora capito cosa fare delle fotocopie.


Nota: Mi scuso per l'uso improprio del significato del Circo Massimo, ma il gioco di parole mi stuzzicava troppo.

12 commenti:

  1. L'ironia serve eccome, se non ne avessi, avrei la gastrite!
    Purtroppo gli stupidi, perchè di tali stiamo parlando, no?!, si concentrano in luoghi dove possono fare danni.
    E gli stupidi, come tali, fanno molti danni. Negli anni ho imparato ad avere più paura degli stupidi che dei cattivi, pensa un po'!
    La povera LSU, paga, come sempre. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh Ninin, la gastrite incombe! Mi sforzo a buttarla sul ridere, ma ci sono certi giorni....

      Elimina
    2. Gastrite gastrite...ce l'ho.
      Epperò ti diverti assai, ammettilo.

      Elimina
    3. Velma! Sto cercando di mettercela tutta, ma certi giorni non riesco proprio a trovarlo divertente...:-(

      Elimina
  2. Alice :-)
    Di ironia ne hai di tuo, da quanto leggo!
    Circo Massimo è nome perfetto, direi: DP è il giullare, vero?! ;-)
    Oddio, capisco la gastrite e il grande sforzo per andare a grattare gli ultimi rimasugli di ironia sul fondo del barile...
    Resisti, resisti, resisti.
    C'è un lato positivo: è un incarico a termine. Questo potrebbe farti guardare a quell'ufficio, davvero, come ad una rappresentazione teatrale.
    Un abbraccio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiamala giullare o pagliaccio del Circo che più circo non si può, la sostanza non cambia. E quello che è peggio è che mi ha preso come suo fattorino/tuttofare personale...
      Sì, l'incarico è a termine, ma ho scoperto che la scadenza è tra un anno! ....Non ce la posso fare!!

      Elimina
    2. Un anno?! Ma non erano 6 mesi?!
      Come va la distribuzione dei curriculum?
      Intanto, barili di Rescue Remedy e abbracci da me come se piovesse :-)

      Elimina
    3. Eh, diglielo che il primo incarico è di sei mesi... E pensare che oggi volevo proporre di finire il mese e ciao e grazie. Ma mi hanno dato qualcosa da fare... domani consegna curriculum alle agenzie, rigorosamente a mano!

      Elimina
  3. mi sono vista la scena...
    ma tu sei il fattorino tutto fare?
    Sai che a me avolte capita...non ho il tasto attesa e quando chiamo al cellulare a volte urlano talmente tanto che chi è alla cornetta sente da solo la risposta...e io poi devo aggiustare la situazione
    un bacio e buon fine settimana VAleria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Valeria, il punto non è quello di sbagliare, può capitare. Io come segretaria sono negata, ma sappiamo tutti quante balle si inventano per coprire qualcuno che si vuole negare e DP ce l'ha messa tutta per incastrarsi in quella situazione.
      P.S. Sì, sono io il fattorino tutto fare e a volte credo che potrei fare qualcosa di più, o l'esperienza non conta più niente?
      Buona domenica Valeria :-)

      Elimina
  4. Basterebbe dire la verità ... ma in modo cortese!
    Un saluto. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mr. Loto. Come stai?
      Ti dirò, sono d'accordo con te, ma per la mia esperienza sono proprio gli uomini che si negano più facilmente, facendosi così chiamare enne volte senza risolvere la cosa una volta per tutte, con i dovuti modi, appunto. ;-)
      Scherzi a parte, io la penso come te, ma nel caso, bisogna fare molta attenzione e, perdonami, ma in quei giorni avevo proprio il dentino avvelenato!

      Elimina